sole d'ottobre

Nelle ultime due settimane ne son successe di cose… prima di tutto sono iniziati i corsi, interessanti per la maggior parte, e mi hanno preso talmente tanto che non ho avuto più il tempo di scrivere.
Tze.
In realtà è stata la totale confusione a farla da padrone nella mia testa. Il sentirsi un pò spaesato in un ambiente così diverso da quello a cui ero abituato, sentirsi a tratti proprio fuori luogo. E arrancare un pò a fatica, ma poi all'improvviso tutto cambia, inizi a conoscere le persone che hai intorno, e ti senti subito nel tuo ambiente, in quello giusto, che la scelta fatta è stata proprio la migliore.
Non mi va di pensare al domani, standomene come un sognatore a guardare il niente… prendo tutto quel che viene, vivendo ogni istante al massimo.

Oltretutto le serate con gli amici non mancano mai, e l'altra sera ne è venuta fuori una proprio bastarda. Immagina un negozio di (boh!) che mette un cartello per cercare una commessa sulla vetrina… ma non hanno pensato ai doppi sensi che si possono creare! E infatti…

…infatti qualcuno (chi…??) ha ben pensato di aggiungere un CHE, per rendere l'annuncio decisamente più simpatico.
Le foto non si fermano qui, finalmente paoletta mi ha dato quelle del suo compleanno, e prima di inserirle in galleria ne ho estratto una, la migliore, in cui il nostro Re, l'onnipotente HB, imperatore di Camelot e produttore di Lasonil, si mette in posa, e nulla ha da invidiare ai palestrati… beh insomma… ok vorrebbe essere così!

La serata di ieri è stata decisamente interessante. Prima TORO alla fiera del paese, condito con una brocca di cabernet, poi dopo estenuanti giri in macchina x parcheggiare siamo approdati a Bassano per la gara di fuochi artificiali. Che praticamente non ho visto. A parte i 2 minuti finali, come al solito ci siamo persi tutto. Ma non importa, si trova la Eu (tomb ma dove te li inventi sti diminutivi), con amiche al seguito, e si va in proseccheria. E li saltano fuori di quelle coincidenze, dal fatto che sua sorella era in corso con la jessica e che durante la laurea era nello stesso collegio della lucia. Terrrrribile! una serie di coincidenze inverosimile

e dopo una serata così, scatta ovviamente il sogno assurdo! Diciamo che non avevo un sogno così vivido e poco distinguibile dalla realtà da anni. La mia 'nuova avventura universitaria', un nuovo inizio, ma con tratti della precedente, un nuovo appartamento – assurdo, pareva scavato nella roccia, tipo una grotta, pareti bianche colore su intonaco grezzo, cunicoli stretti, scale, quattro stanze, sarà stato l'effetto del kebab delle 1.40am – e nuovi compagni d'appartamento. Beh, non tutti nuovi, sennò dove sarebbe l'assurdità? I sopravvissuti, io, osky, lucia, e altri due che solo Dio sa chi sono.
Già.
Roba da far accapponare la pelle.
E il raccontarsi le cose successe negli ultimi anni. Ma con un senso di estraneità, senza quella vicinanza che ricordo. Tutti siamo andati avanti, non ci siamo mai fermati, quasi tutto è cambiato, ma qualcosa è rimasto.
Tzè.
Nella realtà è tutto diverso, nessuno è sopravvissuto alla diaspora, e siamo finiti uno qua uno là a centinaia di km di distanza.
Un big bang.

Ma visto che nei sogni si realizzano i desideri, e che ne i sogni tutto è possibile, continuiamo a sognare… per creare una nuova realtà…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>