Learning to fly

Tornato dalle ferie, dopo due settimane di riposo in montagna direi che ho ritrovato la mia forma ideale, sia fisica che mentale.
La prima settimana il tempo è stato a dir poco splendido, sole tutto il giorno, mai una nuvola, ho potuto fare delle gran belle escursioni, nonostante i ruzzoloni e una gamba dolorante per un simpatico strappo all'inguine alla prima uscita.
Tutto bene quella settimana, a parte che ci hanno fregato la macchina fotografica.
Ma che te ne fai di una 4mpixel, con tutte le foto già fatte dentro, brutto pezzo di merda. Se ti trovo, ti piego a 90 e ti faccio trapanare il didietro da un operaio col motopicco!!
A parte l'inconveniente però, tutto bene. Il weekend son venuti su anche sandro, diego, nick e sammyboy, con quest'ultimo che non ha perso occasione per smentirsi (tirchiezza e manie di superuomo…). E per fortuna che non abbiamo fatto la ferrata che voleva fare lui, dato che venerdi scorso un tedesco c'ha lasciato le penne.
Comunque è stato divertente, ci siamo distrutti (anche a bere, sabato sera) e stancati per benino. E pure il tempo ci ha aiutato.
Il resto delle vacanze è volato a una velocità assurda, ieri ero a casa e ancora non me ne rendevo conto.
Per la prima volta casa mia non mi mancava assolutamente, sentivo di essere libero da tutti i legami possibili, e di non aver nulla da rimpiangere a rimanere lì. Davvero una bella sensazione, di ricominciare da zero.

Già, ricominciare da zero, quello che sto facendo ora. Da domani si inizia a studiare, e la preoccupazione che avevo un paio di settimane fa è quasi sparita, probabilmente insieme all'ansia che avevo prima delle vacanze. Scaricata quella, il 90% dei pensieri è svanito nel nulla.
Ma sta succedendo qualcosa, non so ancora se positivo o negativo. Cioè, lo vedo positivamente per ora, mi sento un pò rinato dopo aver mollato il lavoro, mi sento di nuovo giovane come in effetti sono. Un pò irresponsabile, con voglia di divertirsi, ma soprattutto di vivere, e di incontrare nuove persone, di mettermi in gioco, di buttarmi. Un pò come fino a quand'ero nella compagnia della marmotta (rollatrice, all'università). Ma sapendo che non si vive cazzeggiando, ma per vivere bisogna anche combinare qualcosa, e non mi manca la volontà stavolta. E probabilmente sono anche più forte… un esempio? ecco, ieri sera sono uscito con la compagnia, e incredibile a dirsi, eravamo al gran completo. Siamo finiti in un locale, qui vicino, dove non ero mai stato. E li chiacchera qua chiacchera là stavo per approcciare con una tipa, carina pure. Se non che lei aveva già puntato uno dei musicisti che suonava quella sera. Amen. Anni fa c'avrei fatto una mezza malattia, mi sarei chiuso per minimo una settimana, per smaltire la sconfitta. Invece… non è nemmeno iniziata, la sbornia. Non me ne importava un fico secco. Intendiamoci, non della tipa, ma non era il caso proprio di starci male.
Interessante questo cambio di mentalità che ho avuto. Forse sono solo diventato più forte e queste cose che pure capitano a tutti, non mi fanno più nè caldo nè freddo. Non dico che son diventato insensibile, ma forse un pò più 'normale' si.
Poi siamo ritornati a casa. In sei nella mia macchina, andando per stradine per schivare eventuali sbirrazzi appostati a rompere i maroni. Un mese fa mi sarei incazzato perchè dovevo rischiare a portare tutti a casa, invece adesso… niente.
Si, qualcosa è cambiato, e qualcosa di grosso anche.
Stanotte poi ho sognato che ero sempre in montagna, ma con i ragazzi dall'università, che si faceva casino, si studiava (incredibile, vero?), si fumava, si beveva, e mi prendevo anche le mie rivincite non fregandomene più nulla di vecchie fiamme. Le cui storie successive a quelle con me erano miseramente fallite, anche di brutto.
Ho nutrito un bel pò il mio ego, non c'è dubbio. E ne avrò bisogno, visto la nuova direzione che ho deciso di dare alla mia vita.
E mi rimane impressa quella frase che mi ha detto quella ragazza di ieri sera, a proposito del lavoro e dello studio: bravo, hai avuto coraggio. Io dopo un anno di lavoro mi sono resa conto che mi stava annullando la personalità, e ho deciso di tornare a studiare (scienze politiche, ndr). E sono tornata quella di sempre. Se non lasciavi, in quell'ufficio ci saresti morto!

Domani dovrei pubblicare pure le foto delle vacanze… Stay tuned!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>