Amarcord

Capita che fai dei sogni strani, si, a me capita spesso, per fortuna, e mi aiuta a fuggire un pò dalla vita reale, a liberare fantasia, desideri, ricordi felici o dolorosi.
Capita che poi ogni tanto ne fai proprio di amarcord di sogni, quei sogni che ti fanno rivivere momenti passati, belli, o brutti, o comunque ti riportano indietro a scelte fatte, che vorresti poter rifare, diverse, e cambiare la tua vita e non solo.
Amarcord, si. Rimpiango parecchie cose. Molti momenti che ho vissuto, che ho anche sprecato, scelte di cui per orgoglio non ho mai voluto pentirmi, ma in realtà…

potessi tornare indietro lo farei di corsa. E le direi tutto quello che dovevo dire, quel che provavo, senza nascondere niente, senza paura di troncare l'amicizia.
L'ho imparato solo da poco, che devo buttarmi, non fermarmi davanti alle mie paure, ai miei timori, oppure non arriverò mai a niente.
Che sogno, stanotte. Strano. Bello. Mi sono svegliato in una condizione stranissima. Ero felice, ma piangevo.
E duro come voglio essere, di piangere mi capita ben poche volte. Più che altro quando perdo il controllo razionale.
Ero a casa sua, come in effetti era successo, e vedevo lei, scherzavamo, ridevamo, battutine, frasi lasciate volutamente a metà da entrambi, io che rinnegavo i miei sentimenti, per paura di cosa poi. E sua sorella che credeva chissà che… Poi i suoi, che li ho visti una volta sola, dio come li ricordavo bene, nel sogno! Più chiari di una foto. Poi il sogno svariona, e finchè lei mi mostra le foto di un viaggio fatto anni prima, c'è sua sorella che ci prova con me. Beh, questo è stato proprio uno svarionamento nel sogno. Diciamo che ho invertito i ruoli di loro due.
Si, avrei voluto che fosse la mia grande amica a fare il primo passo, io non ne ero in grado, timido e bloccato dalla paura di perdere l'amicizia.
Ma non è successo, e in effetti era anche prevedibile, visto che la confusione più totale non era solo nella mia testa.
Ok quello che è stato è stato, almeno ho imparato a non avere più paura di situazioni come quelle e a buttarmi, sennò non arrivo da nessuna parte.
Chissà perchè proprio stanotte sto sogno.
Non voglio saperlo.
Almeno in sogno ho rivissuto momenti che non vivo da anni, e che darei tutto quello che ho per riviverli.
Non mi sono giocato la carta, e ho perso. Mai tenersi la carta per paura di cosa possono fare gli altri. Ora lo so. Ora. Ma vuoi che non riesca a trovare un'altro asso di cuori, in questo mazzo?
Spero. Ormai indietro non si torna, non si può, però sarebbe bello, inutile negarlo.
Chissà se la ritroverò una così.

Sincero, fino in fondo, non posso negarlo.
Un segno l'hai lasciato, anche se non ti ho avuto. Forse più profondo che se fossi stata con me.
I'll never forget you.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>