libero sfogo

Credo di avere un casino di difetti, primo tra tutti un carattere di merda, però sono fatto così, non posso cambiare a comando, e nemmeno adagiarmi come un telo di seta sul terreno scosceso degli avvenimenti della vita. Almeno non senza incavolarmi perchè ogni cosa che si organizza c'è sempre qualcuno che non essendo d'accordo vuole stravolgere tutto.
A me hanno sempre insegnato che si decide insieme, e se non si riesce ad essere tutti d'accordo, una maggioranza di qualche tipo fa quel che ha deciso.
Mi rendo conto invece che rarissimamente, se non mai, è così.
C'è chi non si rende conto di aver torto. C'è chi non accetta che è in minoranza. Che è arrivato tardi. Che se prende decisioni e fa scelte alle spalle degli altri non può pretendere che gli altri si adeguino di conseguenza.
Se mi viene un'idea, un lampo di genio, un momento di deficenza assurdo, e in qualche modo include anche qualche amico, ne faccio loro subito partecipi, in modo che se è una cosa intelligente si faccia insieme, se è una cretinata abissale anche io me ne renda conto e lasci perdere.
Ma perchè non lo fanno anche gli altri? Sono troppo esigente?

Non capisco proprio perchè si debba cambiare programma ogni trenta secondi perchè qualcuno ha idee diverse da quelle degli altri, e le ritiene migliori.
Se s'era detto di fare un regalo associandosi a un'altra festa, dato che il ritardo era ormai vergognoso e che il pacco aveva fatto radici nel mio scantinato, perchè diavolo uno che ha un'idea diversa vuole cambiare tutto di nuovo?
Intendiamoci, non voglio imporre il mio parere. Ma sarebbe stato giusto informare tutti, non due o tre. Col risultato di spaccare il gruppo in due fazioni.
Volente o nolente, il risultato è stato questo.
E io stanotte non ci ho dormito.
Bastava dire… l'ho convinto a fare una festa a parte, glielo diamo in quell'occasione…
Non che si sappia quando il pacco è già sopra il tavolo che aspetta solo di essere aperto.
Queste sono le prese in giro che fanno più male.
Sbattersi per organizzare, per far divertire, per creare qualche cosa diversa dalla normalità… ed arrivare a risultati come questi… è deprimente oltre ogni misura.

Ok sfogo finito. Voglio bene a tutti in questa compagnia, senza distinzioni. Non ci voglio litigare, sono già abbastanza bravi da sopportarmi senza smanganellarmi ogni minuto. Però vorrei più dialogo, più amicizie vere, che tutti si interessassero all'unità del gruppo quanto me. Che ci resto male quando al sabato sera non siamo tutti ma solo 4 gatti. Per carità, abbiamo tutti la nostra vita, ma ricordiamoci, che da soli non siamo nessuno.
Certe volte penso che la mia testa vive in un film…. Già, però "qui non è Hollywood"…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>