Growing up vs. stayin' child-like

Riflessione scaturita qualche sera fa, forse suggeritami da qualcuno, ma che è arrivata in superfice grazie a delle parole. Principalmente canzoni, come sempre…
Quando inizi a capire / che sei solo e in mutande / quando inizi a capire / che tutto è più grande…
Si, la vita non è solo l'idillio dell'infanzia, in cui tutto va bene, in cui sei protetto dai genitori, in cui qualsiasi cosa fai c'è sempre un lieto fine, in cui puoi non porti mai problemi, bruciare il tempo come capita e vivere alla giornata.
Sarebbe bello vivere sempre così, nè? Ma la vita ti chiede qualcosa di più, ti chiede di crescere.
E un giorno ti svegli stupita e di colpo ti accorgi / che non sono più quei fantastici giorni all'asilo / di giochi, di amici e se ti guardi attorno non scorgi / le cose consuete, ma un vago e indistinto profilo…
E un giorno cammini per strada e ad un tratto comprendi / che non sei la stessa che andava al mattino alla scuola, / che il mondo là fuori t'aspetta e tu quasi ti arrendi / capendo che a battito a battito è l'età che s'invola…

…e che tutto è cambiato, cambia in ogni momento, L'infanzia se ne è andata, l'adolescenza sta sfumando via, sei nell'età adulta e non ci puoi fare niente, o si? Si, certo, viverla.
E vorresti tornare indietro, come nei film, prendere la macchina del tempo e tornare a momenti più felici, in cui tutto andava bene e i problemi erano lontani

Se / potessi far tornare indietro il mondo / farei tornare poi senz'altro te… (e non è rivolto a nessuno in particolare, ma piuttosto alle situazioni belle vissute in passato!)
Già. Ma è fantasia. Almeno abbiamo imparato a sognare.
Ora è il momento di rimettere i piedi a terra. Guardiamoci avanti.
Il fatto di essere cresciuti ha il suo prezzo. Ti rendi conto che non puoi fermare il tempo, che gli sbagli fatti hanno tutti il proprio prezzo, che il mondo chiede che tu prenda il tuo posto, senza incertezze.
Ma vi è qualcos'altro oltre a tutto questo. Ora non ti sono precluse mille cose che prima lo erano, puoi vivere liberamente la tua vita, fare esperienze nuove ogni giorno, essere protagonista della tua esistenza… ripartire dagli errori passati per non ripeterli più, o se proprio sei masochista, per perseverare! Libero arbitrio, completo.
Mi è appena venuto in mente che è un pò la stessa cosa del contrasto tra il paradiso terrestre e la vita in terra. Perdi qualcosa, è vero, ad andartene da lì, ma ci guadagni altrettanto. Questo inferno di pianeta dunque non è proprio un 'inferno'… Paragone un pò azzardato ma efficace!
Crescere o rimanere bambini? Credo sia il dilemma di ognuno. Sicuramente anche il mio, che poco più di un anno fa dicevo di voler far tornare indietro le lancette dell'orologio, finchè era possibile.
Ora ho davvero compreso che non solo non è possibile, ma nemmeno conveniente. Anche perchè verso il domani c'è sempre una curiosità incredibile, dato che non tutto dipende da noi stessi.
Se davvero inventassero la macchina del tempo, non la userei per tornare indietro e correggere i miei errori, ma per vedere cosa la mia vita umana non mi permetterà di vedere. Ammesso che sia possibile, visto che il futuro è come ce lo costruiamo…
Rischia di essere un post senza fine, dunque mi fermo qui.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>