Gulag! AAAAH!

[h6]Questa notte ho sognato,
ho sognato di fare l'amore
mi son svegliato tutto bagnato
e non era il mio sudore
devo smetterla la sera
di guardare retenord…[/h6]

Magari avessi sognato questo, come cantava 'bubba ale koala' qualche anno fa…
invece ho sognato che mi stavo sposando, e con chi poi…! roba da rabbrividire! Non tanto per lei, ma per la famiglia che ha. Mi troverei dopo qualche giorno con un capo d'accusa per suocericidio!
E non capivo proprio cosa stessi facendo. Cioè, mi sembrava impossibile, visto che impossibile lo era. Mi ero ammattito?
Gli amici mi avevano pure organizzato l'addio al celibato, con tanto di croce pesantissima (di ghisa) da portare, e poi ero su uno yacht per il viaggio di nozze…!
Quando mi sono svegliato, mi pareva davvero di stare su un altro pianeta. Temevo che fosse vero, e mi ripetevo che era impossibile, ed ero deficente. Poi per fortuna sono tornato alla realtà, ed è stata una liberazione!
Sfido Freud a spiegarmelo in tema di realizzazione di desideri… questa spiegazione starebbe in piedi solo tirando in ballo il masochismo!
Comunque mi son sentito davvero in trappola…

[h6]courtesy of [url=http://www.mazzate.com]www.mazzate.com[/url][/h6]
…saranno stati i matrimoni di alcuni amici in questi giorni, la consapevolezza (o speranza?) di sapere che forse domani troverò qualcuno che abbia abbastanza pazienza da sopportarmi, o forse i discorsi di qualche sera fa, durati fino alle due del mattino!
L'importante è che fosse solo un sogno, o più propriamente, un incubo.

Tornando a cose più 'terrene', ho fatto l'esame, come sia andato non lo so, però ho capito come mai l'appello precedente era stato un macello. Il prof ha applicato il metodo Campana (mio ex prof al liceo): fai un compito con domande a scelta multipla, e metti le risposte che differiscono per un nonnulla, o una parola o una virgola. Stai sicuro che ne depisti un bel pò e ne bocci altrettanti.
Il peggior esame che ho mai fatto, indipendentemente dal risultato (che potrebbe andare, per quel che ne so, dall'insufficenza al trenta).
Ma almeno è fatto, e adesso mi posso dedicare al tanto bramato cazzeggio.
Speravo.
In realtà da martedi in poi non ho avuto un attimo di tregua, ho avuto meno tempo libero rispetto a quando preparavo gli esami. Ma che cazzo di vacanza è?
Per fortuna domenica parto per due settimane di relax in montagna, che saranno intervallate dalla laurea di Danzur e di Marco, dei quali i rispettivi papiri sono già in lavorazione.
Ragazzi, tremate!

One thought on “Gulag! AAAAH!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>