ott 18

Dichiarazione di indipendenza del Cyberspazio

scritta da John Perry Barlow nel 1996:
[h5]
"Le vostre strutture dell'informazione, sempre piu' obsolete,
tenteranno di perpetuarsi proponendo nuove leggi, in America
e in tutto il mondo, per affermare di possedere la parola stessa.
Queste leggi definiranno le idee come un altro prodotto
industriale, non piu' nobili del volgare ferro. Nel nostro mondo,
qualunque cosa creata dalla mente umana puo' essere
riprodotta e distribuita all'infinito senza alcun costo.
La trasmissione globale del pensiero non richiede piu' l'appoggio
delle vostre fabbriche. Queste misure ostili e coloniali ci pongono
nella medesima posizione di quegli amanti della liberta' e
dell'autodeterminazione che in altri tempi sono stati costretti
a non riconoscere l'autorita' di poteri distanti e disinformati.
Abbiamo il dovere di dichiarare le nostre identita' virtuali immuni
al vostro potere, anche se dovessimo continuare a rispettare le
vostre leggi con i nostri corpi. Ci sparpaglieremo su tutto il
Pianeta in modo che nessuno possa arrestare il nostro pensiero.
Noi creeremo la civilta' della Mente nel Cyberspazio. Che possa
essere piu' umana e giusta del mondo fatto dai nostri governi".
[/h5]

da:

http://bfi.s0ftpj.org/dev/BFi13-dev-02