ago 30

mondi open e closed

Leggevo su PI questo commento, che riporto integralmente – non posso citare l'autore dato che e' anonimo – dato che mi e' piaciuto. Sintetizza con un semplice esempio la differenza tra mondi open e closed source, linux e m$.

[h6]
Camminando lungo la via, l'uomo, piu' o meno intorno all'ora di pranzo, si e' trovato di fronte a due ristoranti.
O meglio…
Uno lo era, grande, bello, spazioso, tutto vetrine, luci, colori e musica di sottofondo, con un cameriere ben vestito, all'ingresso, che con un inchino invitava ad entrare.
L'altro invece era una trattoria, a conduzione familiare, col vetro della porta incrinato da una grossa crepa e con un forte odore di fritto che usciva dalla finestra semiaperta della cucina.

L'uomo entro' allora nel primo ristorante.
Si accomodo' ed ordino' su suggerimento del cameriere il piatto della casa.
"Benissimo" – disse il cameriere – "pero' si paga anticipato…"
"Curioso…", penso' l'uomo che comunque pago' ed attese, sgranocchiando qualche grissino.

Dopo un po' il cameriere si presento' con il piatto della casa, che aveva esteriormente un ottimo aspetto, profumanto e ben guarnito.
Ma quando infilo' la forchetta per prelevarne un boccone, all'interno comparve una mosca morta.
"Cameriere!" esclamo' l'uomo "C'e' una mosca nel piatto…"
"Certo!" disse il cameriere, "e' la versione di questo mese! Se ritorna il mese prossimo sostituiremo la mosca con un altro insetto…"
L'uomo si alzo' schifato e se ne usci'.
Attraverso' la strada ed entro' nel locale di fronte.
Del resto aveva ancora fame.
Si guardo' intorno, in quella sala da pranzo che ricordava tanto una mensa.
"C'e' nessuno?" disse a voce alta…
Nessuno rispose.
Si avvicino' allora ad una specie di bancone, dove c'era un foglietto unto e consunto, attaccato col nastro adesivo.
Lesse: "Servitevi da soli, le portate sono nei vassoi dietro al bancone! Grazie per aver scelto il nostro locale."

L'uomo era perplesso…
Tuttavia la fame era tanta e allora ando' dietro al bancone e comincio' a sollevare i coperchi…
Trovo' una immensa varieta' di pietanze e condimenti…
Cerco' di capire dove fossero i prezzi, visto che dopo il salasso del pagamento anticipato di poco prima, gli erano rimasti in tasca solo pochi spiccioli.
Non trovo' nulla.
"C'e' nessuno?" urlo' nuovamente…
Silenzio.
Allora comincio' a prendere qualcosa e se la mise nel piatto.
Poi raggiunse un tavolo, si sedette, e comincio' a mangiare.
Il cibo era squisito, tanto che l'uomo non seppe resistere alla tentazione di ritornare piu' volte dietro al bancone per prendere altre porzioni.

Dopo un paio d'ore e una abbondante mangiata, l'uomo doveva riprendere il suo cammino.
"C'e' nessuno?" strillo' "ho mangiato da voi, e vorrei pagare!"
a quel punto una porticina cigolando si apri' e spunto' la testa di una vecchina.
"Che baccano!" disse la vecchina "che cosa succede?"
"Buon giorno signora!" disse l'uomo "ho mangiato e vorrei pagare."
"Pagare?" disse la vecchina "e perche' mai? Non le e' piaciuto?"
"Certo che mi e' piaciuto."
"E allora torni presto a trovarci…" disse la vecchina, che chiuse la porta e spari'.
L'uomo allora lascio' i pochi spiccioli rimasti in un piattino, e se ne ando' soddisfatto.
[/h6]